fbpx

Come digiunare senza avere problemi

da | Mar 22, 2023 | Dieta | 0 commenti

Come digiunare

Come digiunare: quante volte ci siamo detti ok da oggi mi dedico alla dieta intermittente oppure da oggi digiuno, oppure per qualche giorno digiuno, in modo da dimagrire più velocemente, non neghiamo di non aver mai pensato a come si digiuna, a come organizzare questa pratica senza avere affaticamenti durante la nostra giornata. 

Il termine Digiuno significa in qualche modo evitare in maniera volontaria di mangiare per un dato periodo di tempo, per questo motivo e qualunque essa sia la ragione che ti spinge a farlo che può essere anche non solo quella semplicemente di dimagrire, dovrai tenere conto di una cosa e cioè che sarà molto importante avere uno scopo ben chiaro per il quale lo fai perché questo ti aiuterà a raggiungere l’obiettivo. 

Prima di iniziare il digiuno, dovresti bere molta acqua, mangiare frutta e verdura e garantire all’organismo una buona notte di sonno. Trattando correttamente il corpo prima, dopo e durante il digiuno riuscirai a raggiungere una chiarezza mentale maggiore.digiuno può far bene

A cosa fa bene il digiuno?

Fare digiuno è davvero un’esperienza intensa e non da prendere in senso negativo, quello che molti non sanno infatti è che fare digiuno può portare ad avere molti risvolti positivi, ovviamente è un’esperienza che puoi e devi fare solo ogni tanto questo è chiaro!

Il digiuno può far bene, come già riportato sopra il digiuno fatto con intelligenza può fare bene al nostro organismo precisamente ci può aiutare a:

Disintossicare l’organismo

Evitando di mangiare per un giorno aiuterai il corpo a espellere più efficacemente tossine, muco, ostruzioni solide e altri contaminanti che lo appesantiscono.

Aumentare la concentrazione

Forse hai bisogno di trovare la soluzione a un problema, di comprendere meglio una situazione o di mettere in moto la tua mente intuitiva e creativa.

Ti può sembrare strano ma digiunare può aiutarti a raggiungere uno stato di chiarezza mentale maggiore, che ti consentirà di analizzare più efficacemente i tuoi problemi.

 È meglio però non digiunare esclusivamente per perdere peso, questo perché Il digiuno favorisce l’espulsione delle tossine da parte dell’organismo e può aiutarti a digerire il cibo in modo più efficace, in special modo se praticato con regolarità.

Ciononostante, non è affatto detto che digiunare ti consenta di dimagrire.

Applicare il digiuno per un giorno intero per poi abbuffarti con un ricco pasto fatto di carboidrati e dolci significa, per esempio, costringere il metabolismo a riattivarsi in modo estremamente rallentato.

Di conseguenza, non brucerai più grassi di quanti ne avresti bruciati mangiando normalmente.

Quindi se il tuo unico obiettivo è quello di perdere peso, allora ti consigliamo di fare una colazione con poche calorie piuttosto che digiunare un giorno intero.

Ciò attiverà il metabolismo inducendo l’organismo a utilizzare per l’appunto le sue riserve di grasso, e questo ti faciliterà il dimagrimento.

Oppure per esempio puoi valutare di fare un digiuno di soli succhi un giorno alla settimana.

Con una dieta liquida puoi garantire al corpo una quantità di nutrienti sufficiente a non costringerlo a servirsi delle riserve di zuccheri immagazzinate nel fegato e nei muscoli.

In questo modo riuscirai a disintossicare il corpo senza rischiare di compromettere i tessuti muscolari.

Come si fa il digiuno per dimagrire?

Vediamo allora come praticare il digiuno, come organizzare il percorso e cosa fare insomma, come riuscire a digiunare senza grossi affaticamenti, infatti riuscire a preparare il corpo è cosa importantissima e fondamentale.

Digiunoterapia come fare

Prima del Digiuno

Un giorno prima del digiuno, bevi almeno due litri di acqua, questo perché l’acqua aiuta a equilibrare i fluidi corporei che favoriscono la circolazione nel sangue, la produzione di saliva, il mantenimento della temperatura corporea e la digestione, nonché l’assorbimento e la distribuzione delle sostanze nutrienti.

Come assumere l’acqua

Quello che ti invitiamo a fare è bere ma questo non significa che devi bere una quantità esagerata di acqua immediatamente prima di dare inizio al digiuno: l’unico risultato che otterresti sarebbe di espellerla sotto forma di abbondanti urine poche ore dopo.

La cosa giusta da fare, invece è cominciare a bere di più nelle 72 ore che precedono l’inizio del digiuno.

  • Succhi di frutta, tisane, latte, bevande energizzanti e ogni altra bibita idratante è utile per prepararti a digiunare.
  • Cerca inoltre di mangiare alimenti ricchi di acqua, in particolar modo frutta e verdura.

Il giorno che precede il digiuno

Il giorno che precede il tuo digiuno non devi fare altro che mangiare in modo sano e nutriente più di quello che fai negli altri giorni, evita di abbuffarti è chiaro, meglio ridurre le porzioni che aumentarle, ma mangia tranquillamente. Assumere principalmente frutta  e verdura mentre sarebbe meglio evitare tutti quei prodotti che contengono grandi quantità di sale e zuccheri.

Questo perché il nostro corpo non è in grado di funzionare correttamente se viene nutrito principalmente di zuccheri, inoltre, i cibi industriali tendono a rimanere nel sistema digestivo più a lungo, ostacolando il processo di disintossicazione che dovrebbe derivare dal digiuno.

Se sei diabetico, chiedi consiglio al tuo medico per sapere se puoi assumere molta frutta senza compromettere la tua salute.

Cerca di trascorrere una tranquilla notte di sonno, perché il giorno dopo il tuo corpo in qualche modo si prepara alla guerra, cioè non sarà in grado di combattere la stanchezza perché non potrà contare sull’apporto calorico a cui è abituato.

Riposando bene gli assicurerai un aiuto nel funzionare meglio durante il digiuno.

Durante il digiuno

Concentrati sullo scopo del tuo digiuno. 

Focalizzati su te stesso, esplora le tue intuizioni, entra in contatto con la tua spiritualità o lasciati semplicemente pervadere dalla disciplina e dall’autocontrollo.

Se il tuo obiettivo è disintossicare l’organismo, usalo come incentivo per rimanere determinato nonostante i morsi della fame.

Come non sentire la fame durante il digiuno?

Tieniti occupato 

L’inattività e la noia possono farti venire voglia di mangiare, quindi cerca di distrarti facendo qualcosa di avvincente che non sia tuttavia fisicamente faticoso.

Leggere, scrivere, meditare, praticare lentamente yoga, lavorare al computer, camminare nella natura, guardare la televisione o guidare per delle brevi distanze sono tutti ottimi modi per mantenerti occupato durante il digiuno.

Evita le attività che richiedono un dispendio di energie elevato, come sollevare pesi, andare in palestra o correre per lunghe distanze; fare esercizio fisico a livello intenso ti costringe a bruciare molte calorie, rendendoti inopportunamente affamato.

Non pensare al cibo

Cerca di non pensare al cibo. È meglio stare lontano dalla cucina, dal supermercato o da immagini e profumi di alimenti.

Tenacia

Se ti senti intenzionato ad arrenderti, ricorda a te stesso quali sono le ragioni che ti hanno spinto a digiunare.

Dimostra la tua disciplina e ripeti a te stesso che la fame non durerà per sempre. Se riuscirai a rimanere determinato, la ricompensa finale sarà molto più appagante di un po’ di cibo.

Riposati

Verso la fine del digiuno, è probabile che ti sentirai stanco e spossato. In quel momento dovrai fare appello a tutta la tua tenacia.

Fai un sonnellino, se ci riesci, oppure lasciati distrarre da delle immagini o dei video. Un coinvolgente film d’azione o un videogioco possono essere di grande aiuto in questa situazione.

Da abbinare al digiuno

Abbina il digiuno alla meditazione, allo yoga o alla pratica della deprivazione sensoriale per esplorare le profondità della tua mente. Serviti della disciplina e della concentrazione per sfuggire agli stimoli della fame.

Alcuni aiuti

La borsa dell’acqua calda

Non c’è rimedio più banale, ma non deve mancare intorno a te.

Le crisi di eliminazione sono generalmente legate al lavoro del fegato che si trova ad affrontare un lavoro inconsueto: è lui, infatti, che deve trasformare le riserve di grasso in carburante utilizzabile dai muscoli e dal cervello. Si trova quindi “sotto stress”.

Per rilassarlo e facilitargli il compito, offritegli il calore della borsa dell’acqua calda. Potete distendervi e, molto semplicemente, poggiarla sul lato destro dell’addome.

La borsa dell’acqua calda servirà anche a riscaldarvi in qualsiasi momento: nel corso del digiuno, infatti, si è più freddolosi.

Qualche limone

Se hai deciso di digiunare solo con acqua puoi assumere un po’ di succo di limone, lo consigliamo però a chi non ha problemi di intestino perché a stomaco vuoto potrebbe darvi dei fastidi.

Altri aiuti naturali

Benché la maggior parte dei centri di digiuno metta delle tisane a disposizione dei partecipanti, potete anche scegliere di portare con voi alcune erbe per rispondere ai piccoli disturbi che possono manifestarsi, nonché per mantenervi tonici o dormire bene.

Al mattino e alla sera, preparatevi una tazza o una scodella di tisana scegliendo le piante in funzione dei vostri gusti o dell’effetto che volete ottenere (distensione, effetto tonico, digestivo..).

La fine

Cerca di fissarti sempre un tempo per il digiuno quindi come ti fissi l’inizio così dovrai fissarti una fine.

Puoi decidere di fare un digiuno di un giorno, questa è forse una pratica più frequente fra chi pratica yoga.

In questo caso, l’obiettivo è di non mangiare niente per 24 ore, a partire dal dopo cena fino alla cena del giorno successivo.

Quando ritorni a mangiare ti raccomandiamo di farlo in maniera graduale, mangiare subito molto potrebbe provocare forti dolori addominali e dissenteria, mettendo seriamente a rischio la tua salute.

Procedi quindi gradualmente, perché il sistema digestivo è stato messo in pausa per un po’ e non è ancora in grado di gestire una massiccia quantità di cibo.

Inizia quindi con una mela e un bicchiere d’acqua, quindi attendi una decina di minuti. A questo punto, puoi mangiare una piccola porzione di zuppa e bere un bicchiere di succo d’arancia.

Fai in modo di frazionare l’interruzione del digiuno in un arco di tempo di circa 30-60 minuti.

Conclusioni

Ti consigliamo di praticare ogni tanto il digiuno

E se ti stai chiedendo come digiunare per un giorno, valuta tutto quello che ti abbiamo consigliato sopra.

Il digiuno alimentare può portarti molti benefici se fatto con intelligenza e logica.

Digiunare ti consentirà di mettere in moto il processo di autoguarigione del corpo, con il vantaggio di migliorare il tuo stato di salute generale grazie alla pausa concessa al sistema digestivo. I tuoi organi avranno il tempo di prendersi cura di loro stessi.

Digiunare regolarmente ti aiuta a digerire il cibo in modo più efficace, favorisce una maggiore chiarezza mentale, aumenta il vigore fisico e intellettuale, consente di espellere un maggior numero di tossine, migliora la vista e dona un’intensa sensazione di benessere generale. 

Ricordati che puoi farti accompagnare anche dal protocollo di digiuno intermittente che è un protocollo di dieta seguito negli ultimi anni, attenzione però sempre a non protrarlo per molto.

Avvertenze

Durante il digiuno potresti sentirti debole o affaticato se così dovesse essere allora interrompi subito il tuo digiuno. La sensazione di malessere potrebbe indicare che stai mettendo a repentaglio la tua salute, per esempio perché non ti sei preparato correttamente al digiuno.

Se sei incinta, soffri di qualche patologia o stai assumendo dei farmaci, non praticare il digiuno.

Il tuo sistema immunitario è già molto fragile, quindi, privandolo delle sostanze nutrienti necessarie, potresti ostacolare il processo di guarigione.